Home » Orario Mi.Co.Tra. (VILLACH – UDINE – TRIESTE)

Orario Mi.Co.Tra. (Trieste – Udine – Villach)

La prenotazione del singolo posto a sedere NON è obbligatoria ma consigliata.
Permane l’obbligo di prenotazione per comitive composte da più di sei persone.

Le prenotazioni vanno effettuate accedendo al sito www.obb-italia.com, seguendo le istruzioni riportate nel PDF. I viaggiatori che vorranno effettuare il viaggio con le biciclette al seguito dovranno prenotare il solo posto a sedere. Non inserire il numero delle bici, perché potrebbe generare un errore nel sistema di prenotazione. Terminata la procedura si riceverà una E-mail di conferma, che dovrà essere esibita al capotreno al momento della salita a bordo.


Misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Coronavirus COVID-19

TRASPORTO PUBBLICO: dal 5/11/2020 entrano in vigore le nuove linee guida del DPCM del 3/11/2020

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 novembre 2020 disciplina le nuove modalità organizzative per il contenimento della diffusione del Covid-19 in materia di trasporto pubblico.
A partire dal giorno 5 novembre 2020 il riempimento massimo per i treni è dell’50%, sul totale dei posti disponibili. Pertanto, saranno ammessi a bordo i passeggeri fino al raggiungimento della massima capienza prevista.

I posti a sedere NON DISPONIBILI saranno contrassegnati dal simbolo di divieto di seduta, presente o sul coprisedile di colore rosso o su un apposito cartello.

NON SONO CONSENTITI I VIAGGI IN PIEDI

Resta l’obbligo di indossare la mascherina per la protezione del naso e della bocca, l’attuazione di corrette misure igieniche ed il distanziamento interpersonale.
La tenuta di comportamenti corretti finalizzati ad evitare il rischio di contagio è una responsabilità individuale; nel caso in cui sui mezzi FUC si verifichino sovraffollamenti o comportamenti scorretti da parte degli utenti, il personale viaggiante potrà richiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine.

E’ obbligatorio, prima di salire sul treno, consentire la discesa dei passeggeri, mantenendo sempre la distanza interpersonale di almeno un metro.

I treni vengono sottoposti ad igienizzazione quotidiana, mentre la sanificazione viene effettuata secondo la normativa vigente. A bordo treno, sono disponibili soluzioni idroalcoliche igienizzanti all’ingresso e nelle toilette.

**********************************************************************************************

DAL 10/12/2020 AL 20/12/2020 VIGONO NUOVE REGOLE PER I VIAGGIATORI CHE RIENTRANO IN ITALIA DALL’AUSTRIA

Dal 10/12/2020 a seguito dell’entrata in vigore del DPCM del 03/12/2020, chiunque faccia ingresso in Italia dall’Austria deve consegnare:

  • Autodichiarazione giustificativa per l’ingresso in Italia dall’Estero.
  • Attestazione di essersi sottoposti, nelle 48 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, a tampone (test molecolare o antigenico) con risultato negativo.

Di conseguenza, gli agenti della Polfer presenti in stazione a Tarvisio Boscoverde all’arrivo dei treni 1821 e 1823 dall’Austria, si occuperanno dei controlli previsti.

Nel caso di assenza degli agenti Polfer deputati al controllo, la raccolta delle Autodichiarazioni e degli eventuali attestati di negatività sarà in capo al personale di FUC.

Le Autodichiarazioni dovranno essere compilate integralmente con l’apposizione della firma in calce del viaggiatore.

In tutti casi, sia in presenza di un tampone negativo, sia in caso di sussistenza di una causa di eccezione, il passeggero dovrà essere identificato tramite l’esibizione di un documento di identità (patente, passaporto, carta di identità, ecc.).

Nel caso in cui un viaggiatore non fornirà i documenti necessari (Autodichiarazione ed eventuale attestazione di negatività), il Capotreno avvertirà immediatamente la Polfer, per gli accertamenti del caso.

Si riportano di seguito le eccezioni alla presentazione dell’attestazione di negatività al tampone, come previsto all’art. 8 del DPCM 03/12/2020, che dovranno essere indicate nell’Autodichiarazione al punto “• di fare ingresso in Italia per la seguente motivazione……”

  1. a) all’equipaggio dei mezzi di trasporto;
  2. b) al personale viaggiante;
  3. d) agli ingressi per motivi di lavoro regolati da speciali protocolli di sicurezza, approvati dalla competente autorità sanitaria;
  4. e) agli ingressi per ragioni non differibili, inclusa la partecipazione a manifestazioni sportive di livello internazionale, previa autorizzazione del Ministero della salute e con obbligo di presentare al vettore all’atto  dell’imbarco  e  a  chiunque  sia  deputato  ad  effettuare  i  controlli  un’attestazione  di  essersi sottoposti,  nelle 48 ore  antecedenti  all’ingresso  nel  territorio  nazionale,  a  un  test  molecolare  o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo;
  5. f) a chiunque fa ingresso in Italia per un periodo non superiore alle 120 ore per comprovate esigenze di lavoro, salute o assoluta urgenza, con l’obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio nazionale o, in mancanza, di iniziare il periodo di sorveglianza e di isolamento fiduciario;
  6. h) ai cittadini e ai residenti di uno Stato membro dell’Unione europea e degli ulteriori Stati e territori indicati agli elenchi A, B, C e D dell’allegato 20 che fanno ingresso in Italia per comprovati motivi di lavoro, salvo che nei quattordici giorni anteriori all’ingresso in Italia abbiano soggiornato o transitato in uno o più Stati e territori di cui all’elenco C;
  7. i) al personale sanitario in ingresso in Italia per l’esercizio di qualifiche professionali sanitarie, incluso l’esercizio temporaneo di cui all’articolo 13 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27;
  8. l) ai lavoratori transfrontalieri in ingresso e in uscita dal territorio nazionale per comprovati motivi di lavoro e per il conseguente rientro nella propria residenza, abitazione o dimora;
  9. m) al personale di imprese ed enti aventi sede legale o secondaria in Italia per spostamenti all’estero per comprovate esigenze lavorative di durata non superiore a 120 ore;
  10. n) ai funzionari e agli agenti, comunque denominati, dell’Unione europea o di organizzazioni internazionali, agli agenti diplomatici, al personale amministrativo e tecnico delle missioni diplomatiche, ai funzionari e agli impiegati consolari, al personale militare e delle forze di polizia, al personale del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica e dei vigili del fuoco nell’esercizio delle loro funzioni;
  11. o) agli alunni e agli studenti per la frequenza di un corso di studi in uno Stato diverso da quello di residenza, abitazione o dimora, nel quale ritornano ogni giorno o almeno una volta la settimana.

Ci scusiamo anticipatamente con la Clientela per gli eventuali ritardi sull’orario di partenza, dovuti ai controlli cogenti.

**********************************************************************************************

DAL 21/12/2020 AL 06/01/2021 VIGONO NUOVE REGOLE PER I VIAGGIATORI CHE RIENTRANO IN ITALIA DALL’AUSTRIA

A seguito delle ulteriori disposizioni restrittive previste dal DPCM 03/12/2020 all’art.8, c. 6 b, i Viaggiatori che facciano ingresso in Italia dall’Austria, con i treni 1821 e 1823, dal 21/12/2020 al 06/01/2021, dovranno:

  • Consegnare l’Autodichiarazione giustificativa, compilata e firmata, per l’ingresso in Italia dall’Estero.
  • Consegnare eventuale Attestazione di essersi sottoposti, nelle 48 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, a tampone (test molecolare o antigenico) con risultato negativo, in virtù della casistica 5. e) sotto descritta.
  • Sottoporsi ad isolamento fiduciario di 14 giorni ed a sorveglianza sanitaria. L’obbligo di isolamento fiduciario NON verrà applicato per i casi sottoelencati:
  1. a) all’equipaggio dei mezzi di trasporto;
  2. b) al personale viaggiante;
  3. c) ai movimenti da e per gli Stati e territori di cui all’elenco A dell’allegato 20;
  4. d) agli ingressi per motivi di lavoro regolati da speciali protocolli di sicurezza, approvati dalla competente autorità sanitaria;
  5. e) agli ingressi per ragioni non differibili, inclusa la partecipazione a manifestazioni sportive di livello internazionale, previa autorizzazione del Ministero della salute e con obbligo di presentare al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli un’attestazione di essersi sottoposti, nelle 48ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, a un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo;
  6. f) a chiunque fa ingresso in Italia per un periodo non superiore alle 120 ore per comprovate esigenze di lavoro, salute o assoluta urgenza, con l’obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio nazionale o, in mancanza, di iniziare il periodo di sorveglianza e di isolamento fiduciario conformemente
  7. h) ai cittadini e ai residenti di uno Stato membro dell’Unione europea e degli ulteriori Stati e territori indicati agli elenchi A, B, C e D dell’allegato 20 che fanno ingresso in Italia per comprovati motivi di lavoro, salvo che nei quattordici giorni anteriori all’ingresso in Italia abbiano soggiornato o transitato in uno o più Stati e territori di cui all’elenco C;
  8. i) al personale sanitario in ingresso in Italia per l’esercizio di qualifiche professionali sanitarie, incluso l’esercizio temporaneo di cui all’articolo 13 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27;
  9. l) ai lavoratori transfrontalieri in ingresso e in uscita dal territorio nazionale per comprovati motivi di lavoro e per il conseguente rientro nella propria residenza, abitazione o dimora;
  10. m) al personale di imprese ed enti aventi sede legale o secondaria in Italia per spostamenti all’estero per comprovate esigenze lavorative di durata non superiore a 120 ore;
  11. n) ai funzionari e agli agenti, comunque denominati, dell’Unione Europea o di organizzazioni internazionali, agli agenti diplomatici, al personale amministrativo e tecnico delle missioni diplomatiche, ai funzionari e agli impiegati consolari, al personale militare e delle forze di polizia, al personale del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica e dei vigili del fuoco nell’esercizio delle loro funzioni;
  12. o) agli alunni e agli studenti per la frequenza di un corso di studi in uno Stato diverso da quello di residenza, abitazione o dimora, nel quale ritornano ogni giorno o almeno una volta la settimana;

I controlli verranno effettuati presso la Stazione di Tarvisio Boscoverde dalla Polfer o in alternativa dal personale di Fuc, che si occuperà della raccolta delle Autodichiarazioni giustificative.

Nel caso in cui un Viaggiatore non fornisca i documenti necessari (Autodichiarazione ed eventuale attestazione di negatività), il Capotreno avvertirà immediatamente Polfer, prima di ordinare la partenza del treno.

Si segnala che eventuali ritardi in partenza saranno dovuti all’effettuazione dei succitati controlli.

MODULO DI RIENTRO IN ITALIA.ita

Si prega inoltre di prendere visione delle nuove regole di comportamento per viaggiare sicuri.

Per info, anche sugli orari di Trenitalia, si visiti il sito www.trenitalia.com

©2019 Copyright - Società Ferrovie Udine Cividale srl | Società Soggetta a Direzione e Coordinamento della Regione FVG
REA UD-253834 - C.F. e P.IVA 02345670307 - Codice destinatario fattura elettronica: M5UXCR1 - Capitale Sociale € 119.000,00 i.v.
Legal & Privacy | Cookie Policy
Font Resize
Contrast